Intervista a cura di Tiziana Pedrizzi sull’evoluzione dei sistemi scolastici e lo stato del servizio scolastico pubblico in Italia

Version imprimable de cet article Version imprimable

Intervista per il "Sussidiario"

I sistemi scolastici sviluppatisi su vasta scala nel corso dell’Ottocento hanno progressivamente esteso il loro settore d’intervento durante tutto il Novecento. Più che strumenti di alfabetizzazione sono apparati perfezionati di governo della popolazione. Tra i sistemi scolastici avanzati pochi però sono centralizzati. La decentralizzazione è quasi la regola, non tanto perché permette di conseguire una qualità migliore dell’istruzione quanto perché consente di meglio controllare la scuola. I problemi della scuola italiana, problemi di qualità, di gestione, di costi, del personale, derivano da problemi di gestione della crescita. Il modello amministrativo in auge impedisce di realizzare un equilibrio tra efficienza, efficacità e uguaglianza.

Les documents de l'article

pdf_Intervista_Sussidiario.pdf