Textes 2014

Requiem per la scuola?

Date de rédaction : 10/12/2014

Il servizio scolastico statale non è perfetto, da nessuna parte, e costa una valanga di soldi. La sua costituzione è relativamente recente ed i risultati conseguiti non sono eccelsi soprattutto se si valuta quanto è rimasto dopo gli anni di scuola, anche solo nemmeno dieci anni dopo; non parliamo di Venti o Trenta anni dopo la fine dell’obbligo scolastico. Nella vita si apprende dell’altro e la formazione professionale continua (VET) laddove funziona svolge la sua parte. Non si deve scordare che le professioni nascono e muoiono e che evolvono ad una grande rapidità.Qui si hq q che fare con l’evoluzione tecnologica, con il commercio, con l’economia e con la ricerca scientifica. La formazione di base scolastica talora serve , taluni potrebbe dire che spesso serve come base per la formazione continua , ma non è detto. Se ne sa ben poco. In questi anni appaiono come funghi nuove professioni e si richiedono ai postulanti o ai discenti altre competenze, per esempio nel campo linguistico od in quello scientifico. Tutto ciò induce a ripensare il servizio scolastico statale inventato nel corso dell’Ottocento con tante ambizioni e dovrebbe indurre il corpo insegnante attivo all’interno del servizio scolastico statale a rivedere le proprie speranze, le proprie illusioni. In questo articolo si affrontano questi temi in una prospettiva comparata , che è una delle poche che permette di capire quanto sta succedendo nei sistemi scolastici.

Lire la suite...

  • Articles
  • Brèves

Requiem per la scuola?

Il servizio scolastico statale non è perfetto, da nessuna parte, e costa una valanga di soldi. La sua costituzione è relativamente recente ed i risultati conseguiti non sono eccelsi soprattutto se (...)

La scuola italiana è peggiorata?

Il livello scolastico, ossia le conoscenze scolastiche apprese a scuola, sono calate oppure sono migliorate? La scuola di un tempo era migliore o peggiore di quella odierna? Non si può rispondere (...)

Perche’ non saprai mai se il tuo insegnante e’ incapace

Il tema della valutazione degli insegnanti e’ scottante ma non e’ recente. La diffusione delle valutazione su larga scala con prove strutturate ha riattualizzato la questione con la speranza di (...)

La buona scuola

In Italia si discute molto di questi tempi dei criteri da adottare per migliorare le scuole. In questo articolo non si commenta il documento governativo ma si espongono alcuni criteri da (...)

Come misurare il merito degli insegnanti?

Nell’intervista si affrontano svariate questioni riguardanti soprattutto la competenza degli insegnanti e quindi la loro valutazione, la carriera, i contratti e le (...)

Divertitevi e siate trasgressivi

Linda Giannini mi ha chiesto di redigere un augurio per la rivista telematica "Educazione 2.0" una sera di fine agosto mentre in casa vagavano due nipotini che avrebbero dovuto iniziare l’anno (...)
Pas de brèves