Relazione presentata al convegno sulla scuola in occasione del sessantesimo della casa editrice il MULINO

Version imprimable de cet article Version imprimable

Si stava meglio quando si stava peggio?

Il livello scolastico, ossia le conoscenze scolastiche apprese a scuola, sono calate oppure sono migliorate? La scuola di un tempo era migliore o peggiore di quella odierna? Non si può rispondere a questa domanda. La scuola di un tempo era del tutto diversa da quella contemporanea. Forse tutto è cambiato e nulla è cambiato. Dipende non solo dai punti di vista ma anche dalla funzione attribuita alla scuola. La scuola italiana contemporanea non è peggiore di quella di De Amicis ma il livello di conoscenze scolastiche in Italia è basso. L’Italia è un paese sotto-istruito come lo era già centocinquant’anni fa. Non si sono fatti progressi.

 Il 17-18 ottobre 2014 si è tenuta una mega-manifestazione a Bologna intitolata "Futuroal Presente. Una festa di idee al Mulino" per il sessantesimo della casa editrice. Molte relazioni e molte sessioni erano dedicate alla politica scolastica ed alla scuola. La casa editrice mi ha chiesto di preparare un intervento sul tema "La scuola italiana è peggiorata?" Una versione raccorciata della relazione è stata pubblicata nel Numero 6, 2014 della rivista il Mulino, pagine 944-954. Allegata si trova la versione completa che per ragioni di spazio non poteva essere pubblicata nella rivista.

Les documents de l'article

Il_Mulino.pdf