Version imprimable de cet article Version imprimable

Il quotidiano inglese "Guardian" si chiede in un articolo pubblicato il 17 giugno scorso se si debba o meno autorizzare il ricorso ad Internet in classe e soprattutto agli esami, compresi gli esami di maturità.

L’articolo prende lo spunto da un intervento di Sugata Mitra, professore di nuove tecnologie scolastiche all’università di Newcastle, Inghilterra, nel corso di un dibattito sui futuri modelli d’insegnamento. Mitra propone un sistema alternativo di esami non più imperniato sulla memoria e neppure sui test. Il "Guardian" riprende l’intervento di Sugata Mitra che qui è riprodotto in una traduzione libera.

 

Intervento di Sugata Mitra : mandiamo al macero le forme tradizionali di esame

 

"Non penso che dobbiamo preoccuparci se l’insegnamento è diventato obsoleto o meno. La questione è un’altra : dobbiamo interrogarci sul sistema degli esami.

Gli insegnanti sono quelli che sono e si comportano come lo fanno a causa del sistema degli esami. Non c’è nessuna scappatoia.

Chiniamoci dunque sul modo di esaminare. Circa 1000 anni prima di Cristo in India vigeva un sistema di esami all’entrata all’università del tutto particolare. Gli studenti che volevano studiare all’università dovevano in primo luogo rispondere moralmente a una domanda del portinaio ; per questa ragione l’esame fu chiamato esame d’entrata. Se lo studente non era in grado di rispondere, non gli rimaneva altro da fare che tornare a casa. Per lui non c’era nessun’altra possibilità che quella di servirsi della propria memoria e della propria voce.

Ci sono voluti un migliaio di anni per cambiare qualcosa quando a qualcuno è venuto in mente di ricorrere ad altre tecnologie : un foglio di carta e una matita. Adesso, gli insegnanti non hanno altro da fare che preparare gli studenti a servirsi di queste tecnologie per rispondere alle domande. La recitazione è diventata meno importante. Propongo che ora si proceda a fare un altro passo del genere.

Tavolette e Internet per gli esami

Gli studenti devono essere autorizzati a portare nell’aula degli esami o nell’anfiteatro in cui si svolgono gli esami una tavoletta collegata a Internet. Carta e matita vanno abbandonate. Si dica chiaramente gli studenti che questa volta, per esempio, alla prova di Stato alla fine della scuola media, si risponderà in modo diverso. Tutto quanto avranno a disposizione sarà una tavoletta. Si possono spedire durante gli esami messaggi elettronici agli amici, si può consultare Internet, fare qualsiasi cosa piaccia e rispondere alle domande.

Ribaltare il sistema scolastico partendo dagli esami

Se si autorizza questo approccio, l’ intero sistema degli esami cambierà. Gli insegnanti sono persone intelligenti : cominceranno immediatamente ad insegnare in modo diverso. Per esempio non insisteranno più sul fatto che si dovrà memorizzare quanto si apprende ; si può invece cercare su Google quanto non si sa non è neppure necessario che imparare a memoria tabelline e altre formule matematiche perché la macchina non può fornirvele . Non si insisterà neppure più sulla calligrafia e sul fatto che si debba scrivere in modo leggibile perché non si scriverà più a mano, il corsivo scomparirà,e non ci si servirà che della tastiera. Inoltre non si insisterà più sul fatto che sarà necessario memorizzare come sono sillabate le parole perché la tavoletta correggerà gli errori di scrittura automaticamente. Non sarà neppure più necessario conoscere ben bene la grammatica perché la tavoletta suggerisce le formule grammaticali appropriate.

Quello che la tavoletta non farà invece sarà dire come scegliere e cosa scegliere. La tavoletta si concentrerà su cosa occorre scegliere tra una buona informazione e una pessima informazione. La maggior parte degli insegnanti odierni, il sistema di insegnamento contemporaneo, non si preoccupano affatto di quest’ aspetto perché il sistema di esami è obsoleto. Gli insegnanti sono stati formati a preparare gli studenti per un sistema di esami obsoleto. Questi insegnanti sono pure loro obsoleti.

Si mettano dunque le tavolette a disposizione negli anfiteatri nelle aule degli esami. Questo è un piccolissimo passo. Tutto l’intero sistema si trasformerà e si riorganizzerà da solo.

Estratto del discorso del professore Sugata Mitra intitolato “L’insegnamento è obsoleto ?” svolto il 4 giugno alla Salfort University in occasione della conferenza "Going Global" organizzata dal British Council per i leader della formazione universitaria e per il summit dell’innovazione scolastica organizzato dalla fondazione mondiale per l’innovazione del Qatar sul tema "

FUTURE MODELS OF LEARNING : WILL THE TEACHING PROFESSION AS WE HAVE KNOWN IT BECOME OBSOLETE ?" 

 Il testo completo dell’intervento di Sugata Mitra inglese si può consultare cliccando qui come pure il dibattito che ne è seguito sull’obsolescenza del sistema scolastico e sui futuri modelli d’insegnamento.