Comparazione tra Charter Schools ed equivalenti scuole statali nel Texas.

Version imprimable de cet article Version imprimable

Non ci sono soluzioni-miracolo

Anche la soluzione delle Charter Schools, ossia quella di dare in appalto le scuole pubbliche ad enti privati che ne assumono la gestione in cambio di una franchigia rispetto ai regolamenti ed ai programmi delle "scuole statali" normali e di un finanziamento pari all’equivalente del costo unitario (costo pro-capite) moltiplicato per il numero di allievi inscritti nella scuola non è la panacea che risolve i problemi dell’insegnamento e dell’apprendimento scolastico. I risultati delle Charter Schools texane comparati a quelli delle scuole statali si equivalgono secondo le osservazioni svolte dal Charter School Policy Institute. Questo vuol dire che la soluzione è altrove. Non basta infatti liberare le scuole dalla corazza di regolamenti ed imposizioni che le soffocano , dando loro un’ autonomia molto elevata, per conseguire miglioramenti spettacolari. Il problema è altrove ed è verosimilmente insito nel modello scolastico tout court.

Il Charter School Policy Institute (cspi) fondato nel 2005 grazie al contributo di varie fondazioni americane ha come vocazione precipua quella di analizzare in modo spassionato e non settario la questione della libertà di scelta nel settore statale, e quindi, in primo luogo, l’evoluzione delle Charter Schools. L’istituto essendo localizzato ad Austin (Texas) ha come campo prioritario d’osservazione ed analisi la scuola statale texana [1]

La lettera d’informazione No. 5 del cspi presenta i risultati della valutazione dell’ "accountability" [2] comparati con quelli dell’anno precedente (il 2006). I risultati delle Charter schools non sono migliori di quelli delle scuole statali "normali" come lo conferma il riassunto della lettera d’informazione ripreso qui nella versione originale in inglese. [3]

**************************************************************

Texas’ school accountability ratings for 2007 are out, and the news for Texas charters is mixed. In our latest policy brief, CSPI compares this year’s ratings for charter districts and campuses to those from previous years, as well as to those of traditional public schools. Unfortunately, 15.4% of charters were rated “Unacceptable” this year, up from 11.8% in 2006. And ratings for charters are still lagging behind those of traditional public schools. Although CSPI advocates against comparing charter schools as a whole to traditional public schools (see our recent report, "Building a Typology of Charter Schools in Texas"), the media still does not make such a distinction—as evidenced by the negative coverage of charter schools over the past week.

The good news is that the percentage of charter districts rated “Exemplary” or “Recognized” is up slightly this year, and a higher percentage of charter districts were also rated Exemplary compared to traditional public school districts. In addition, charter campuses operated by independent school districts (ISD) outperformed open-enrollment charter schools authorized by the state board of education. There were also significantly more ISD charter campuses than traditional public school campuses that were rated “Recognized” in 2007.

Overall, this year’s accountability ratings reveal that while many charter schools and districts are making great progress, there is room for improvement in others. The stakes for many schools could not be higher: State code requires the education commissioner to revoke, or not renew, the charters of schools rated “Academically Unacceptable” for two consecutive years. CSPI’s policy brief lists 15 charter campuses that now meet this criterion.

[1] Il Texas ha una popolazione di circa 22 milioni di abitanti ed è attualmente governato da una maggioranza politica repubblicana.

[2] Non viene fornita nessuna spiegazione sulle modalità di calcolo

[3] Nel Texas, nell’anno scolastico 2005-2006, c’erano in totale 8517 scuole primarie e secondarie statali, di cui 319 del tipo Charter Schools (il 3% circa).