Introduzione alla presentazione di documenti e relazioni raccolti all’incontro annuo dell’AREA, l’Associazione USA di ricerche sull’istruzione scolastica che è dominata dai dipartimenti universitari che formano gli insegnanti nonché dal maggior sindacato americano degli insegnanti, la NEA ossia la "National Education Association" che non è proprio un’associazione progressista ma che ha una potenza elettorale considerevole per cui l’AREA e la classe politica USA la trattano con tutte le attenzioni che si impongono.

Version imprimable de cet article Version imprimable

Vita di una comunità scientifica che si occupa di scuola

Il tema dell’incontro di quest’anno era "Scuola e povertà" che ha offerto la traccia per presentare e discutere centinaia di indagini scientifiche miranti a sfruttare l’istruzione scolastica per ridurre la povertà nella società. Il tema era allettante ma le relazioni dense di contributi teorici nuovi sono state scarse. Per la maggior parte dei relatori USA la povertà è sinonimo di razzismo, di segregazione razziale. Infatti molti erano i rappresentanti di colore presenti e numerose sono state le relazioni su esperienze impostate per motivare gli studenti afro-americani a studiare. Da questo punto di vista il convegno non è stato molto stimolante. Qualche sprazzo di novità, di riflessioni alternative, ma troppo poco anche se si deve ammettere che la lotta contro la segregazione scolastica degli studenti di colore negli Stati Uniti non ha dato i frutti sperati. Questa relativa delusione è stata compensata da altri aspetti. In primo luogo dall’abbondanza delle indagini empiriche che erano del tutto assenti alcuni anni fa; poi dal ricorso alla comparazione internazionale ed infine dall’uso massiccio delle nuove tecnologie. Esperienza affascinante che ha indotto molti a chiedersi se valesse ancora la pena organizzare convegni di questo tipo, spostare persone da un capo all’altro degli Stati Uniti.

L’AERA meeting [1] è l’incontro annuale della Società Americana di ricerca sullla scuola [2]. La manifestazione riunisce una buona parte della comunità che negli Stati Uniti svolge indagini sull’istruzione scolastica e sulle politiche scolastiche, permette ai membri di questa comunità di trovarsi una volta all’anno per presentare le indagini in cantiere o appena terminate, di confrontare le opinioni sui metodi di lavoro, di incontrare i responsabili politici che si occupano di scuola negli Stati Uniti nonché di promozione della ricerca scientifica nel campo scolastico, di ponderare, correggere, contestare, criticare le loro opzioni, di esporre e di spiegare quando è possibile , quando le prove sono convincenti, conclusioni di indagini che vanno considerate come punti fermi. Evidentemente l’incontro è l’apice della vita dell’associazione che rappresenta la maggior parte della comunità scientifica attiva nel settore dell’istruzione scolastica americana, ma non solo. La vita interna dell’associazione consente di coronare la carriera scientifica accademica occupando posti rilievo alla testa dell’associazione. Del resto non si fa carriera nella società scientifica senza meriti. I posti ed i riconoscimenti si ottengono sul campo, per i risultati scientifici prodotti e riconosciuti dai membri dell’associazioe.

 Non tutti si prestano al gioco, ma le star della pedagogia americana sono quasi tutte presenti ogni anno e si prestano al gioco, intervengono con i propri associati , i propri assistenti e dottorandi. Tengono relazioni, commentano presentazioni varie, si incontrano ovunque nel corso di queste giornate.

 
La manifestazione ha travalicato i confini degli Stati Uniti ed è diventata un incontro internazionale. Quest’anno a San Francisco erano rappresentate più di 60 nazionalità . Tradizionalmente è sempre presente un forte nucleo britannico, e uno spagnolo. Da alcuni anni è diventata molto visibile la presenza cinese e russa. 
 
L’incontro è un vero e proprio alveare : in cinque giorni circa 15000 partecipanti si incrociano negli stessi posti dalla mattina alle 8 fino alle 21 o 22, si svolgono almeno 6000 sessioni di lavoro, tavole rotonde, simposi, conferenze TED, poster, e quest’anno per la prima volta anche un festival del film sull’immagine dell’insegnante nella filmografia USA. La preparazione di questo mega-convegno inizia con la selezione delle presentazioni che si svolge in modo anonimo un anno prima. I testi sono valutati da tre giudici anonimi. Soltanto il 10% circa delle proposte è accettato. Il filtro è spesso impietoso ma a dire il vero passano anche relazioni di scarso interesse. La scelta dipende dai giudici che valutano l’interesse dei contributi e dei lavori. Si può supporre la presenza di interferenze per favorie un contributo piuttosto che un altro. La selezione non è dunque rigorosa come si potrebbe supporre.
 
Nei contributi che seguiranno su questo incontro saranno presentati alcuni temi scelti secondo criteri del tutto arbitrari.

[1] AERA : acronimo per American Educational Research Association

[2] Questa è una personale traduzione