Version imprimable de cet article Version imprimable

"L’Etat de l’école"

 

La ventesima edizione dell’insieme d’indicatori del sistema scolastico francese. Una pubblicazione che fa referenza, un modello per documenti analoghi. 29 indicatori, 76 pagine, nelle quali si illustra l’evoluzione della scuola in Francia, con puntuali confronti internazionali.

Un modello di strumento destinato in primo luogo ai deputati, ai dirigenti politici.

Il sistema scolastico francese evolve. In vent’anni la spesa per la scuola è passata dal 7,9% al 6,5% del PIL. Dimezzato dal 2000 al 2008 il tasso di partecipazione dei bimbi di due anni all’ educazione prescolastica. I sindacati protestano, gli educatori pure, ma forse non è un male. Il sistema scolastico francese è il solo che prevede la prescolarizzazione a due anni. Non c’è nessuna ricerca che comprova la validità di questo provvedimento.

 

In questi ultimi anni la politica scolastica francese aggiusta il tiro e aumenta la spesa pro capite per studente universitario mentre cala quella pro capite degli allievi della scuola primaria. Questa alchimia si ottiene con un aumento del numero degli allievi per insegnante nella scuola primaria (il doppio rispetto all’Italia). Si tenga presente che la spesa globale rispetto al PIL diminuisce.

 

Queste rapide osservazioni mettono in evidenza l’utilità di questi lavori che scrutano nelle viscere del sistema scolastico.

 

Il riassunto in francese si può ottenere cliccando qui